Astigmatismo, miopia, presbiopia e ipermetropia: sapete riconoscerle?

 In PREVENZIONE

I difetti visivi più diffusi vengono spesso confusi, non tutti sanno come individuarli e quando diventa necessario correggerli. Ottica Ca’ Rossa vi illustra, a grandi linee, come si comporta l’occhio e come si presenta la visione con queste patologie.

La miopia è il difetto visivo più comune e più conosciuto; in Italia, colpisce circa il 25% della popolazione. Nonostante possa insorgere a qualsiasi età, tende a presentarsi durante la pubertà, più difficilmente dopo i trent’anni.
I soggetti miopi presentano il bulbo oculare più lungo rispetto alle dimensioni normali causando un difetto di rifrazione per cui i raggi luminosi non sono focalizzati correttamente sulla retina, ma davanti ad essa. Di conseguenza, hanno difficoltà a mettere a fuoco le immagini a distanza, mentre gli oggetti vicini appaiono nitidi.

L’ astigmatismo, può essere miopico o ipermetropico e i raggi luminosi vengono focalizzati sia davanti (miopico) che dietro (ipermetropico) alla retina, ovvero all’interno e all’esterno del bulbo oculare. Il soggetto quindi non vedrà soltanto sfocato, ma anche sdoppiato; un punto gli apparirà come una linea. È un difetto che colpisce circa 3 milioni di persone in Italia, può manifestarsi a qualsiasi età.

La presbiopia, è una condizione che comporta la perdita di elasticità del cristallino o del legamento che lo tiene nella posizione corretta. La persona presbite tende a non focalizzare gli oggetti da vicino, soprattutto in condizioni di scarsa luminosità, e ha difficoltà a svolgere anche le semplici attività quotidiane come la lettura. La presbiopia insorge negli emmetropi, persone che vedono bene, verso i 45 anni circa, negli ipermetropi un po’ prima e nei miopi più tardivamente. La presbiopia dunque non è una patologia, ma un fenomeno biologico legato all’ invecchiamento. La correzione della presbiopia si rende necessaria intorno ai 45 anni e si attua mediante l’ uso di lenti positive. Purtroppo non è possibile prevenire la presbiopia in quanto è un processo fisiologico che avviene in tutte le persone, senza differenza di sesso.

Per finire, l ‘ipermetropia è un difetto di rifrazione causato dal fatto che i raggi di luce vengono messi a fuoco dietro la retina, anziché su di essa. Al contrario della miopia, la persona ipermetrope presenta il bulbo oculare più corto del normale o una ridotta curvatura della cornea; di conseguenza il soggetto avrà difficoltà nel mettere a fuoco gli oggetti da lontano e ancor di più quelli da vicino, può portare emicrania e stanchezza oculare.
Se nei bambini ipermetropi questo difetto visivo tende a sparire con la crescita, negli adulti, invece, può sopraggiungere con l’avanzare dell’età.

Nella nostra Ottica Ca’ Rossa effettuiamo l’analisi visiva che consente di evidenziare questi difetti visivi, grazie alle migliori tecnologie riusciamo a dare una visione corretta a nostri clienti. Ricordando comunque che i nostri controlli non sono finalizzati all’individuazione di eventuali patologie oculari, per le quali raccomandiamo di effettuare con regolarità una visita medico oculistica.

Recent Posts

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search